Registrati sul nostro Sito

Accetto di Ricevere comunicazioni ed aggiornamenti

Accetto Termini e Condizioni d'uso ed Informativa sulla Privacy




Hai già un Account? Vai al Login

Password Dimenticata

Hai perso la tua Password? Inserisci l'e-mail (username) con la quale ti sei registrato, e ti invieremo una email con una nuova password che potrai poi cambiare dal tuo profilo.

PcGaming
AMD lancia le APU Renoir in versione desktop, fino a 8 core con grafica integrata

AMD lancia le APU Renoir in versione desktop, fino a 8 core con grafica integrata

Annunciate qualche mese fa, scopriamo le caratteristiche delle nuove APU derivate dalle acclamate Renoir per mobile

AMD prosegue lungo la propria roadmap in maniera serratta; dopo le versioni XT con frequenze superiori delle CPU Ryzen lanciate lo scorso 7 luglio e i Threadripper PRO usciti il 14, ora è il turno delle APU per sistemi desktop, che vanno a rinnovare la lineup precedente baata su architettura Zen+.

tabella apu renoir

I modelli presentati sono in tutto sei, dato che sono presenti anche le versioni GE a basso consumo, con un TDP di soli 35 watt. Tutte le versioni sono munite di tecnologia SMT a differenza delle precedenti APU Picasso, e l'utilizzo dell'architettura Zen 2 a 7 nm consente di spingere con il core count, arrivando a offrire 8 core sui modelli di punta. Per le versioni standard G abbiamo un TDP pari a 65 watt, analogo a quello delle normali CPU Ryzen 3000 fino a 8 core. Per quanto riguarda la parte grafica, troviamo una GPU sempre basata su arhitettura Vega, ma grazie alla tecnologia a 7 nm e le varie ottimizzazioni interne, le frequenze operative sono molto più elevate rispetto al passato, passando dai 1400 MHz della precedente gen Picasso ai 2100 MHz del modello top 4700G. Il numero di cu passa di conseguenza da 11 a 8, e AMD dichiara un maggior redimento per cu pari al 60%.

slide amd vs picasso

Nonostante il numero inferiore di cu, le performance grafiche sono più elevate, anche se ancora non sono disponibili dati sufficienti per determinare le prestazioni effettive; AMD dichiara un aumento del 20% nel benchamark TimeSpy, e nei giochi performance sufficienti a garantire un'ottima giocabilità alla risoluzione 1080p con settaggi grafici low, il che è un buon passo avanti rispetto alle precedenti APU Picasso, che garantivano una piena giocabilità solo a 720p o 900p, ed era necessario lavorare di upscaling per il 1080p. 

Per quanto riguarda la parte CPU, le performance sono comparabili al Ryzen 3800X, ma la novità più interessante è rappresentata dal supporto a memorie RAM molto veloci, come trapelato da alcuni test in overclock, dove le memorie sono stati spinte fino a ben 5400 MHz. Anche il potenziale in overclock è molto interessante, e ciò fa molto ben sperare su quanto ci aspetta con i prossimi Ryzen basati su architettura Zen 3.

Per il momento, le APU Renoir sono destinate esclusivamente al mercato OEM, e non è ancora chiaro quando verranno diffuse anche nel normale mercato retail. Le motivazioni vanno ricercate nell'esigenza da parte di AMD di poter far breccia in maniera incisiva nel florido mercato dei preassemblati, e la potenza e l'affidabilità di questi nuovi modelli potranno sicuramente fare la differenza.  

Voto 5.00 su 5
giudizio di 3 votanti

Ancora nessun commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Precedente

Successivo