Registrati sul nostro Sito

Accetto di Ricevere comunicazioni ed aggiornamenti

Accetto Termini e Condizioni d'uso ed Informativa sulla Privacy




Hai già un Account? Vai al Login

Password Dimenticata

Hai perso la tua Password? Inserisci l'e-mail (username) con la quale ti sei registrato, e ti invieremo una email con una nuova password che potrai poi cambiare dal tuo profilo.

PcGaming
Intel Core di decima generazione: Core i9-10900K e Comet Lake

Intel Core di decima generazione: Core i9-10900K e Comet Lake

Nuove CPU Intel di decima generazione Comet Lake fino a 10 core e 5.3 GHz. Alte frequenze e prestazioni elevate

Finalmente con la dato odierna Intel ha deciso di svelare tutte le specifiche delle proprie CPU con nome in codice Comet Lake e facendi parte della serie Desktop Core decima generazione. Questi nuovi microprocessori sono compatibili con le mainboard LGA 1200 e con i chipset Intel serie 400. La nuova gamma vanta frequenze davvero spinte, fino a 5 GHz e fino a 10 core.

Il nuovo corso di CPU, definito da Intel come la CPU più veloce al mondo, vede come protagonista non soltanto tutta la nuova gamma Comet Lake ma il Core i9-10900K che è capace di raggiungere nella modalità Turbo Boost 5.1/5.2 GHz con una capacità di gestire ben 20 thread ed un TDP di 125 Watt. L'Intel Thermal Velocity invece prevede una frequenza di ben 5.3 GHz su singolo core e 4.9 GHz su tutti i core.

Perchè questa scelta di spingere così in alto le frequenze operative? La risposta sembra essere nella dichiarazione di Intel a proposito degli usi, asserendo che la maggior parte delle applicazioni e dei game dipendono dalla frequenza e così ha cercato di spingere così in alto le frequenze operative. Tutto questo è possibile attraverso, novità di questa generazione, ben 3 algoritimi di gestione della modalità turbo boost che in base a carico di lavoro, temperature ed altri fattori riescono a spingere più o meno quando necessario, e possibile, le frequenze di funzionamento in modo del tutto automatico. Infatti Intel ha previsto come dicevamo tre algoritimi: Turbo Boost 2.0, Turbo Boost Max Tecnology 3.0 ed il Thermal Velocity Boost; da precisare che non tutte le CPU presentate oggi dispongono di questa tecnologia. Il Turbo Boost 3.0 lavora ricercando i due core, quelli con maggior carico, aumentando la frequenza operativa sia in single core sia in dual core mode; questo non richiede alcun overvolt. Microsoft Windows 10 ha delle ottimizzazioni proprio per queste CPU, infatti a titolo esemplificativo il Core i9-10900K dotato di questa tecnologia è in grado di spingere il core oppure due core fino a 5.2 GHz. Grazie all'ultima tecnologia, in base alla temperatura, può decidere di spingere i core di altri 100 MHz, facendo raggiungere di fatto i 5.3 GHz; come ovvio presuppore è una frequenza che difficilmente si potrà avere con un comune raffreddamento ad aria ma sarà assolutamente indispensabile avere un kit di raffreddamento liquido.

In aggiunta questo periodo di frequenza elevata è di breve durata e dipendono dal TDP ed altri parametri di PL1 e PL2 che sono i Power Limit. Per cercare di raffreddare al meglio la CPU ha apportato delle modifiche, infatti già dalla scorsa generazione Intel è tornata sui propri passi effettuando una saldatura tra il die el'IHS. Adesso ha fatto un ulteriore passo avanti che garantisce una maggiore trasmissione del calore prodotto; un die più sottile e un IHS più spesso in modo tale da avere una trasmissione di calore più efficiente.

Un'altra novità è la possibilità di disattivare la tecnologia Hyper-Threading per singolo core in modo da avere maggiore flessibilità secondo le esigenze degli utenti. Sempre in ambito flessibilità le schede madri avranno opzioni avanzate per quanto riguarda la frequenza del PCI Express Graphic (PEG), Direct Media Interaface (DMI) ed un tool dedicato Intel Extreme Tuning (XTU).

 

Per quanto riguarda le specifiche abbiamo la nuova piattaforma LGA 1200 con chipset 400 che garantiscono fino a 40 linee PCI Express e Wi-Fi 6. Poi resta un po' dubbiosa la specifica del PCI Express che Intel dichiara in quanto è segnato un 3.0 mentre alcuni produttori di mainboard dichiarano 4.0. La tecnologia Hyper-Threading questa volta è presente su tutte le CPU, probabilmente per competere al meglio con AMD e troviamo i classici modelli i9 con 10/20 thread, i7 con 8/16 thread, i5 con 6/12 thread e i3 con 4/8 thread tutti costruiti con processo produttivo a 14 nanometri. Come di consueto i modelli serie K hanno il moltiplicatore sbloccato mentre i KF hanno in aggiunta la parte grafica integrata disattivata. Accanto a queste nuove CPU ci sono i nuovi Pentium Gold con 2/4 thread e Celeron con 2 thread.

Altra novità riguarda il controller di memoria che questa volta è di tipo dual Channel DDR4-2933 sui modelli i9 e i7 mentre il resto della gamma offre il consueto supporto alla memoria DDR4-2666. Il costo è di 466 Dollari per il modello di punta, mentre la disponibilità è data per il mese di maggio.

Voto 5.00 su 5
giudizio di 3 votanti

Ti è piaciuto questo Post?

Non perderti allora gli altri nostri favolosi contenuti! C'è tanto da imparare e da condividere insieme. Registrati su PcGaming.tech iscrivendoti alla Newsletter ed entrerai nella community dedicata al mondo dell'hardware e dei PC dai Gaming più Pro del Web!!!

GRATUITA, VELOCE, SICURA.

Ancora nessun commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Precedente

Successivo