Registrati sul nostro Sito

Accetto di Ricevere comunicazioni ed aggiornamenti

Accetto Termini e Condizioni d'uso ed Informativa sulla Privacy




Hai già un Account? Vai al Login

Password Dimenticata

Hai perso la tua Password? Inserisci l'e-mail (username) con la quale ti sei registrato, e ti invieremo una email con una nuova password che potrai poi cambiare dal tuo profilo.

PcGaming
Nuovi Ryzen Threadripper PRO, emergono le specifiche complete

Nuovi Ryzen Threadripper PRO, emergono le specifiche complete

Prossime al debutto le versioni PRO degli acclamati processori AMD della serie Threadripper

I processori AMD della serie Threadripper rappresentano attualmente la soluzione più potente per usi professionali come rendering ed encoding, grazie all'elevato numero di core a disposizione ed alla quantità di linee PCI-E supportate. Queste CPU sono derivate direttamente dalle versioni per uso server e datacenetr, le CPU denominate Epyc, che fin dalla prima generazione hanno mostrato grandi performance unite a consumi ed a costi relativamente bassi rispetto alla concorrenza Intel con le CPU della serie Xeon. Le elevate prestazioni, unite all'elevata efficienza, sono permesse dal particolare layout della CPU, organizzata in chiplet, che permettono a tutti i core di avere la medesima banda passante, a differenza della precedente generazione di CPU Threadripper dove a volte i colli di bottiglia non permettevano di sfruttare a pieno tutti i core presenti.

La differenza principale attualmente fra le CPU Threadripper e le Epyc risiede nell'interfaccia di memoria, (quad channel sui threadripper e octa channel sugli Epyc), oltre che al numero di linee PCI-E, e sembra che queste nuove versioni PRO vadano a colmare questo gap esistente fra le due piattaforme.

tabella tr pro

Le soluzioni Xeon offerte da Intel hanno una configurazione a sei canali per le memorie, mentre i Threadripper PRO offrono una configurazione octa channel e fino a 128 linee PCI-E, per un quantitativo massimo di memoria installabile pari a ben 2 TB.

AMD usa contraddistinguere le versioni PRO delle proprie CPU come soluzioni rivolte ad una clientela di tipo business, con un occhio particolare alla sicurezza: tecnologie come AMD Memory Guard per la crittografia in tempo reale e un chip dedicato al controllo dell'integrità dei dati si accompagnano ad un'attenzione particolare ai consumi, difatti le versioni PRO presentano frequenze operative leggermente inferiori alle controparti, che portano a TDP più conservativi.

La linea Threadripper PRO è una novità per AMD, e anche in questo caso troviamo frequenze inferiori rispetto alle normali versioni, ma con due inedite proposte a 12 e 16 core, rispettivamente il Threadripper PRO 3945WX e Threadripper PRO 3955WX, più simili in effetti ai modelli Ryzen 3900X e 3950X. Il TDP per tutte le soluzioni è pari a quello dei classici Threadripper (280W), e la presenza di versioni con un numero di core ridotto fa pensare che siano soluzioni rivolte alla creazione di server di ridotte dimensioni, in grado comunque di offrire le prestazioni full delle soluzioni Epyc ma a costi inferiori; stranamente, non viene prevista una versione a 24 core.

Oltre alle nuove CPU, sembra sia in cantiere anche un nuovo chipset, denominato TRX80, per il pieno supporto alle nuove feature, in aggiunta al classico TRX40 attualmente in commercio. Il debutto dei Ryzen Threadripper PRO è previsto per il 14 luglio. 

 

 

Voto 0.00 su 5
giudizio di 0 votanti

Ancora nessun commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Precedente

Successivo