Registrati sul nostro Sito

Accetto di Ricevere comunicazioni ed aggiornamenti

Accetto Termini e Condizioni d'uso ed Informativa sulla Privacy




Hai già un Account? Vai al Login

Password Dimenticata

Hai perso la tua Password? Inserisci l'e-mail (username) con la quale ti sei registrato, e ti invieremo una email con una nuova password che potrai poi cambiare dal tuo profilo.

PcGaming
Monitor AOpen 32HC1QURPbidpx - Recensione

Monitor AOpen 32HC1QURPbidpx - Recensione

Recensione (review) del monitor curvo AOpen 32HC1QURPbidpx con schermo da 32 pollici e refresh rate di 144 Hz; analisi specifiche tecniche, considerazioni d'uso e prezzo

Sia per gioco che per lavoro, il bisogno di una risoluzione superiore al Full HD è diventato quasi fisiologico oggigiorno. A questo proposito, chiunque abbia avuto la possibilità di avere un monitor con frequenze di aggiornamento superiori ai 60Hz, sa bene di non riuscire facilmente a tornare indietro. La scelta, quindi, di un monitor con risoluzione Quad HD, refresh rate a 144Hz con magari anche il supporto al FreeSync potrebbe ricadere su uno dei validissimi prodotti AOpen. Procederemo insieme in questa recensione di Monitor AOpen 32HC1QURPbidpx, partendo dal contenuto della confezione prim di tutto e proseguendo con una panoramica sulle psecifiche tecniche principali. Vedremo insieme il design e l'estetica del monitor e quindi, dopo l'installazione, lo stresseremo in ognuno dei campi in cui è chiamato a dare il massimo: videogiochi e multimedialità. 

Prima però ci teniamo a precisare che il numero del modello è particolarmente ostico da ricordare. Tuttavia, per chiunque voglia un ottimo monitor Quad HD che gli dia anche la possibilità di giocare con alte frequenze di aggiornamento delle immagini, troverà l'offerta AOpen abbastanza golosa. Partiamo, quindi, senza perderci in ulteriori induggi.

 

Confezione e contenuto

Aopen 32hc1qurpbidpx dettaglio specifiche su confezione di acquisto

La confezione, al momento dell'acquisto, presenta le informazioni più importanti riguardanti le specifiche tecniche del monitor. In cima, come potete vedere, troviamo il numero del modello con la sigla della risoluzione (Wide Quad HD, ovvero 2560x1440 pixel). Poco più in basso, appunto, scorgiamo le principali specifiche tecniche come il supporto alla tecnologia AMD FreeSync, la frequenza di aggiornamento pari a 144Hz, il tempo di risposta di 4ms GtG (ovvero Grey to Grey) ed il raggio di curvatura del pannello. Ovviamente, per ragioni che potete ben immaginare, la nostra unità è un sample per la stampa. Questo implica che la confezione, al netto delle informazioni riportate ben chiaramente, mostri alcuni segni di usura che al momento dell'acquisto non saranno presenti sulla vostra. In generale, comunque, l'imballaggio è in semplicissimo cartone: da un lato giustifica la sua usurabilità, dall'altro comunque non esalta il prodotto come dovrebbe. Del resto, in questa recensione ci occuperemo del monitor Aopen 32HC1QURPbidpx, tralasciando la confezione o il suo stato.

Aopen 32hc1qurpbidpx cavo display port

Aopen 32hc1qurpbidpx cavo alimentazione

Aopen 32hc1qurpbidpx braccio stand

Aopen 32hc1qurpbidpx piede stand

Al suo interno, una volta aperta la confezione, troveremo il monitor, il piede per lo stand composto da due elementi, il cavo di alimentazione (l'alimentatore è integrato all'interno del monitor) ed un cavo Display Port. L' AOpen 32HC1QURPbidpx, con i suoi 32" è imballato in modo impeccabile, essendo del tutto avvolto in preformati di polistirolo per la protezione durante il trasporto. Lo spazio di ingombro degli accessori in dotazione all'interno della confezione è ricavato negli stessi preformati che proteggono il display. Desaparecido, all'interno della confezione dell'unità per la stampa manca il cavo HDMI che dovrebbe esserci comunque in quella di acquisto; probabilmente smarrito, lo abbiamo testato con la sola interfaccia Display Port 1.2. Del resto, oggigiorno, un gamer non potrebbe chiedere di meglio.

Aopen 32hc1qurpbidpx manuali e garanzia

A corredo, ovviamente, c'è anche tutta la manualistica di base con la istruzioni per l'installazione sia della staffa in dotazione, che di eventuali bracci da scrivania o parete con attacco VESA 100x100. Sulla confezione abbiamo un riassunto delle specifiche peculiari del monitor, come la risoluzione WQHD, il refresh rate a 144Hz ed il supporto alla tecnologia FreeSync di AMD. Proprio quest'ultima, come ben saprete, è anche supportata sia dalla serie GeForce GTX 10X0 che RTX 20X0 ed il display che abbiamo testato con l'applicazione NVIDIA Pendulum per il test del supporto al G-Sync.

Specifiche tecniche 

L'AOpen 32HC1QURPbidpx è decisamente un ottimo monitor, con un rapporto di visualizzazione 16:9, votato al gaming ma che anche per lavoro offre un'ottima esperienza d'uso. Tra le poche pecche che riscontriamo nel monitor, c'è l'impossibilità di regolare (con lo stand in dotazione) sia l'altezza che la rotazione orizzontale del monitor. Avendo, quindi, un'altezza fissa, l'unica possibilità di regolazione del monitor è l'inclinazione superiore e quella inferiore, così come per la rotazione dovremmo girare fisicamente il monitor. Qui di seguito trovate le specifiche tecniche complete di AOpen 32HC1QURPbidpx del monitor com 

  • Numero di modello 32HC1QURPbidpx
  • Pannello Larghezza 31,5 pollici, distribuzione del pannello VA, non lucida con area di visualizzazione 697 × 392 mm
  • Versione ad alta risoluzione 2560×1440 e rapporto di visualizzazione 16: 9
  • Pixel pitch 0,272 mm
  • Display a colori 16,7 milioni di colori
  • Rapporto NTSC 88%
  • Angolo di vista 178° in orizzontale e 178° in verticale
  • Intensità 250 cd / m2 (LED bianco)
  • Velocità di risposta 4 ms (GtG)
  • Frequenza di ingresso 71-214 kHz orizzontale / 48-144 Hz verticale
  • Ingressi
    • DisplayPort v1. 2 a x1
    • HDMI v2. 0x1,
    • DVI-D(Dual Link HDCP1.4) x1
  • Terminale di input vocale Sì
  • Jack per cuffie Sì
  • AMD FreeSync
  • Filtro luce blu
  • Consumo di energia Nominale: 35 W / fino a 40 W
  • Consumo in standby/spento 0,5 W / 0,5 W
  • Temperatura d'uso 0 ~ 40 ?
  • Umidità di utilizzo 20-85% (senza condensa)
  • Colore del corpo nero
  • Angolo di inclinazione Superiore 15 gradi / inferiore 5 gradi
  • Rotazione e regolazione altezza del piede: no
  • VESA mount Sì, 100x100 mm
  • Kensington Lock Sì
  • Dimensione corporea 713x510x169mm
  • Peso corporeo Con stand 6,1 kg; senza stand: 5,27 kg

 

Design ed estetica AOpen 32HC1QURPbidpx 

Una nota di merito in questa recensione di AOpen 32HC1QURPbidpx va al design: pulito, lineare e senza troppi fronzoli. Persino lo stand è curatissimo: interamente in alluminio per la parte inferiore, con un'anima in alluminio rivestita in plastica per la parte da agganciare al monitor. C'è anche un foro al centro per la gestione dei cavi che vanno al monitor. Sicuramente la parte posteriore di un monitor è quella che vedremo di meno durante il corso del suo uso, ma ciò non toglie che un design così pulito porti al nostro setup un tocco di stile minimale. 

Aopen 32hc1qurpbidpx vista laterale

Aopen 32hc1qurpbidpx joystick per accensione, accesso e navigazione menu

Un'altra chicca è il joystick posteriore per l'accesso al menu di impostazioni del monitor e la navigazione al suo interno. La comodità del joystick, alla quale all'inizio dovremmo comunque fare un po' di abitudine, è impareggiabile, peccato che però manchino degli shortcut di selezione rapida ma lo vedremo nelle considerazioni d'uso poco più avanti. Nonostante le dimensioni, inoltre, del monitor, il piede di AOpen 32HC1QURPbidpx ha una superficie di ingombro relativamente contenuta: su scrivanie con profondità di almeno 70cm, lascia molto spazio senza spingere il monitor troppo infondo sulla scrivania. 

Aopen 32hc1qurpbidpx dettaglio cornice inferiore sinistra

Il bordo laterale, comunque, è marcato e rende purtroppo un'eventuale configurazione in surround con doppio monitor un po' ostica. La cornice in plastica esterna, invece, è discretamente sottile. Nel complesso, comunque, il design non è campo di discussione per AOpen 32HC1QURPbidpx, in quanto ci ha sedotti sia per semplicità che per pulizia, oltre che per volumi di ingombro minimi per il form factor generoso da 32".

Aopen 32hc1qurpbidpx dettaglio logo

Sulla parte frontale, infine, abbiamo la presenza del logo AOpen e di un semplice LED multicolore che indica lo stato di acceso (blu) o spento (rosso) del monitor. Oltre al joystick per l'accesso e la navigazione all'interno del menu di impostazioni, non ci sono altri pulsanti di input sul monitor. Un approccio decisamente Plug'n Play, in quando una volta connessi sia il cavo per l'alimentazione che per l'ingresso del segnale video, non dovrete far altro che accendere il vostro PC e AOpen 32HC1QURPbidpx sarà pronto a servirvi la sua esperienza visiva.

Aopen 32hc1qurpbidpx dettaglio spia di accensione

 

Per quanto riguarda, infine, le interfacce di connessione video abbiamo un ingresso DVI-D (Dual Link), HDMI v2.0 e Display Port 1.2 ed uscita audio per speaker o cuffie. Dall'altro lato, invece, l'ingresso per il cavo di alimentazione per l'alimentatore integrato nel monitor. Anche in questo caso trionfa il design minimale e pulito.

Sia qui, che poi alla fine della recensione, vorremmo sottolineare che alcuni segni di usura sono legati al semplice fatto che l'unità in nostro possesso è un sample per la stampa. Ciò significa che il monitor ha fatto il giro di differenti scrivanie e quindi non è stato sconfezionato per la prima volta. Tuttavia, il funzionamento è identico come al primo unboxing e di questo ci occuperemo nella prossima sezione. 

 

Utilizzo del monitor AOpen 32HC1QURPbidpx 

L'installazione del monitor è davvero immediata. Se aveste intenzione di usare lo stand in dotazione, bastera semplicemente avvitare i due pezzi che lo compongono con una sola vite. Portata a battuta, serratela di qualche giro e non oltre. Per montare lo stand al resto del monitor, non dovrete fare altro cha agganciare lo stand appena assemblato al monitor con il meccanismo di fissaggio. Altrimenti, come per esempio nello scenario d'uso con cui lo abbiamo provato noi, basta avvitare all'attacco vesa il braccio di supporto con le 4 viti in dotazione. Sia con braccio (da scrivania o attacco vesa a parete) che con il suo stand, basterà collegare poi il cavo di alimentazione ed il cavo Display Port (o HDMI o DVI-D) per completare l'installazione del monitor. L'unico neo del monitor potrebbe essere il pitching fra i pixel: gioco forza, considerando la diagonale decisamente generosa, la distanza fra i vari pixel è percepibile ad un occhio molto (leggasi, eccessivamente) pignolo. Ma ciò, credetemi, non influisce minimamente sulla qualità delle immagini.

Aopen 32hc1qurpbidpx dettaglio pixel pitch

Editing testuale, video, fotografico o anche semplicemente guardare un film su Netflix (o Prime Video che sia) è uno spettacolo quando dal Full HD ci muoviamo su risoluzioni superiori. Ma il cuore pulsante di AOpen 32HC1QURPbidpxgaloppa quando avviamo alcuni fra i giochi che ci piacciono di più. Ho testato il monitor con diversi giochi, alcuni per diletto personale, altri per capire effettivamente le potenzialità del monitor. Prima di tutto, su Escape from Tarkov l'esperienza in Quad HD è immersiva e devo dire che il bilanciamento dei neri non sembrerebbe proprio di un pannello VA, ma quasi quello di un IPS. Ad occhio nudo non noteremo nemmeno il pitch fra i singoli pixel, ma un occhio attento e molto allenato potrebbe avvertire il peso che esercita la diagonale da 31,5" effettivi sulla risoluzione da 2560x1440 pixel del pannello. Purtroppo con Escape from Tarkov non abbiamo avuto modo di testare né il G-Sync né tantomeno il FreeSync. Un'altra nota dolente, ma non discriminante per il monitor, il bilanciamento del nero: in alcune porzioni di schermo ma anche generalmente, i neri non sembrano molto accentuati come su altri monitor VA, ma sono leggermente un po' sbiaditi. Nulla di irrisolvibile, comunque, grazie alla possibilità di sistemare la regolazione del nero dal menu di impostazioni del monitor.

 Aopen 32hc1qurpbidpx menu rapido

L'interfaccia del menu, tanto quanto il design esterno, è estremamente pulita e semplice. Le impostazioni risultano immediatamente accessibili, visualizzate in modo chiaro e con un'interfaccia minimale che ci è piaciuta molto. Sia il menu rapido che il menu completo delle impostazioni del monitor sono estremamente chiari ed intelelgibili, organizzati con un tema scuro che aumenta la visibilità delle impostazioni che stiamo per modificare. La navigazione al suo interno, proprio grazie al joystick nella parte posteriore, è molto facile e veloce. 

Aopen 32hc1qurpbidpx menu completo delle impostazioni

Dopo aver installato sia MSI AfterBurner che Riva Tuner Statistic Server, abbiamo provato ad avviare sia Overwatch che OSU! per testare con entrambi il supporto al FreeSync, ma soprattutto con l'ultimo il livello di latenza del monitor. Niente da dire sul fronte della sincronizzazione dei fotogrammi con il refresh rate del monitor, AOpen 32HC1QURPbidpx si comporta in modo decisamente ottimo. Soprattutto con OSU! non abbiamo avuto modo di notare significativi ritardi nell'input, soprattutto in corrispondenza dei 143-144fps. Alcune canzoni, già ai livello difficile, potrebbero essere del tutto impossibili da completare sbagliando a causa di una latenza di visualizzazione, riflettendosi per forza sul ritardo dell'input.

 Aopen 32hc1qurpbidpx test FreeSync e G-Sync

Non poteva mancare un test con NVIDIA Pendulum, focalizzato su G-Sync. Il risultato è tutt'altro che scontato e se da un lato la frequenza di aggiornamento del monitor è ballerina e a volte non sembra per niente in sincrono con gli fps impostati, le immagini vengono lo stesso visualizzate in un modo a dir poco fluido. Spingendo lo slider dai 60 ai 120fps, si vede incrementare la fluidità, senza mai notare visibilmente nemmeno una linea di tearing. Ottimo AOpen.

L'ultima nota dolente, anche se di importanza secondaria, riguarda il joystick di navigazione. Se nel menu è possibile configurare due accessi rapidi prima di entrare nel menu vero e proprio delle impostazioni, dall'altro canto non è possibile assegnare degli shortcut alle varie direzioni. Qualsiasi pressione sul joystick o tasto direzionale voi premiate, il risultato sarà quello di aprire il menu rapido. Anche in questo caso non si tratta di una questione rilevante, ma che comunque potrebbe essere sede di un piccolo e leggero miglioramento. 

Alla fine della giornata, comunque, quello che conta sono settori di eccellenza per questo monitor. Risoluzione al passo coi tempi e, credeteci, al momento la scelta del Quad HD soprattutto per il gaming è la migliore che possiate fare, attendendo ancora qualche tempo per il passo in avanti verso il 4K. Ve lo scrivo da gamer, più che da appassionato di tecnologia. Non da meno la frequenza di aggiornamento a 144Hz con tanto di supporto al FreeSync vi donerà un'esperienza di gioco fluida, su un display molto ampio e totalmente immersivo grazie al pannello curvo. Manca il supporto all'High Dynamic Range, o HDR che dir si voglia, che potrebbero apprezzare ancora di più chi lavora con la grafica e soprattutto con la fotografia, ma un gamer soprattutto se competitivo ne fa bene a meno.

 

Conclusioni sul monitor AOpen 32HC1QURPbidpx

Voto: 8/10

Abbiamo preso l' AOpen 32HC1QURPbidpx, ci abbiamo lavorato e lo abbiamo testato in diversi scenari come il gaming e l'intrattenimento multimediale in genere. In ognuno di questi contesti si è dimostrato un ottimo monitor, da tenere in considerazione se steste cercando un upgrade dal Full HD al Quad HD. È un piacere vedere l'impegno di AOpen nella realizzazione di monitor competitivi, senza spingere l'utente a compromessi particolari e ad un prezzo accessibile a tutti. Le pecche più rilevanti, a nostro avviso, sono sia la profondità del nero (nota bene, del tutto irrilevante per i giochi) che la mancanza di shortcut accessibili dal joystick di navigazione. Si avverte, specie nei giochi e nell'intrattenimento multimediale, l'assenza del supporto all'HDR.

D'altro canto, invece, ci sono parecchi aspetti positivi come il design (sia estetico del monitor in sé, che quello del menu dell'OSD), la fluidità delle immagini ed il supporto eccellente al FreeSync. Al top, invece, per quanto riguarda la sensazione di risposta all'input ed anche il coinvolgimento (specie nei giochi) derivante dalla curvatura. Proprio su questi ultimi due, parlando di giochi, possiamo dire senza troppi problemi che AOpen 32HC1QURPbidpx è un monitor da consigliare ai gamer competitivi.

Per concludere questa recensione del monitor AOpen 32HC1QURPbidpx, possiamo tranquillamente affermare che abbiamo davanti un monitor a tutto tondo nel vero senso della parola. Ottimo per il gaming, il suo campo d'azione principale, ma anche nell'intrattenimento generico come video e foto. Brava AOpen, niente male davvero.

Voto 5.00 su 5
giudizio di 1 votanti

Ancora nessun commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Precedente

Successivo