Registrati sul nostro Sito

Accetto di Ricevere comunicazioni ed aggiornamenti

Accetto Termini e Condizioni d'uso ed Informativa sulla Privacy




Hai già un Account? Vai al Login

Password Dimenticata

Hai perso la tua Password? Inserisci l'e-mail (username) con la quale ti sei registrato, e ti invieremo una email con una nuova password che potrai poi cambiare dal tuo profilo.

PcGaming
Come smontare dissipatore CPU

Come smontare dissipatore CPU

Guida rapida su come si smonta un Dissipatore CPU in pochi e semplici passaggi. Trovi tutti i consigli su come rimuoverlo in totale sicurezza e da soli.

In questa nuova guida vedremo da vicino come togliere il dissipatore dalla CPU poichè è una pratica che va fatta sia per sostituire il dissipatore con uno diverso ma va fatta anche per ripulire il dissipatore dalla polvere e/o sostituire la pasta termoconduttiva. Per facilitare le istruzioni faremo una suddivisione su come smontare dissipatore Intel e come smontare dissipatore AMD poichè i due produttori hanno sistema di fissaggio differenti tra loro.

Nella nostra precedente guida abbiamo visto la procedura su come montare dissipatore CPU e questa seguirà lo stesso modus operandi ma in maniera inversa. La procedura è alquanto semplice e priva di rischi se si seguono delle semplici precauzioni prima di operare sulla scheda madre. Smontare il dissipatore della CPU è, come accennavamo, una procedura che andrebbe fatta regolarmente a distanza di tempo in modo tale da mantenere le prestazioni, di smaltimento di calore, sempre efficienti. La polvere che si accumula sul dissipatore nel corso del tempo è sempre imponente e rischia di limitare in maniera sensibile lo smaltimento del calore causando un eccessivo surriscaldamento complessivo del processore. Un altro fattore che nel corso del suo funzionamento, specie per le paste termiche economiche, è che la conduttività termica va perdendo di efficacia poichè man mano passa il tempo la pasta termica tenderà a diventare secca e non più duttile come quando è nuova.

Come smontare dissipatore CPU? Come accennato sopra abbiamo deciso, per una migliore lettura, di suddividere la guida in base al dissipatore in possesso se INTEL oppure AMD. Raccomandiamo prima di eseguire qualsiasi lavoro all'interno del PC o su qualsiasi componente interno di premunirvi di braccialetto antistatico per evitare qualsiasi tipo di problema elettrico dovuto alla presenza di elettricità statica. In alternativa se ne siete sprovvisti è possibile procedere toccando un grosso oggetto metallico, come ad esempio un termosifone, per scaricare tutta l'elettricità che avete addosso.

Braccialetto antistatico con cavo da messa a terra

Acquistalo al Miglior Prezzo Amazon  

 

Smontare Dissipatore

Per una maggiore facilità e semplicità è preferibile eseguire queste operazioni di smontaggio del dissipatore CPU con la scheda madre fuori dal case, in questo modo si riesce a controllare con sicurezza ed attenzione che il tutto avvenga in maniera corretta senza alcun danno ed inoltre con la mainboard fuori dal case c'è più spazio per eseguire qualsiasi tipo di lavoro su di essa sia che si sta smontando il dissipatore sia che si esegue altra operazione. 

Se la nostra decisione è quella di sostituire la pasta termica, poichè ne abbiamo comprata un'altra o semplicemente è passato molto tempo da quando abbiamo installato il nostro dissipatore, e notiamo un peggioramento delle performance, in questo caso è veramente opportuno sostituire quella vecchia ormai non più buona con una nuova nuova possibilmente di buona qualità. Dopo infatti avere smontato il dissipatore, pulito accuratamente dalla polvere e allo stesso tempo pulita la superficie della CPU si può procedere alla stesura della pasta termica seguendo la nostra guida su Come mettere la pasta termica.

  

Smontare dissipatore INTEL

Partiamo subito illustrandovi di seguito come togliere il dissipatore dalla CPU partendo in primis da quello stock che Intel fonisce alle proprie CPU. E' un dissipatore minimalista che serve per mantenere le temperature decenti durante il funzionamento del processore, ma come tutti i sistemi ad aria nel corso del tempo ha bisogno di manutenzione sia per la pulizia da polvere sia per la sostituzione della pasta termica.

Prima di procedere alla rimozione del dissipatore INTEL bisogna prestare attenzione ad un particolare importante:

come smontare dissipatore cpu intel fan cable

 

Dobbiamo staccare il cavo a 4 pin che collega la ventola del dissipatore a quello del connettore presente sulla mainboard; questo assicura che una volta rimosso il dissipatore non ci sarà più il cavo attaccato che potrebbe danneggiarsi. Successivamene si procede come da immagini.

come smontare dissipatore cpu intel 1

Una volta individuati i quattro perni che aggangiano il dissipatore alla mainboard, dobbiamo riportarli nella posizione neutra per sgangiare correttamente il dissipatore. Per fare ciò con l'ausilio di un cacciavite a testa piatta, di generose dimensioni, andiamo ad identificare le frecce presenti sui quattro angoli dei piedini di aggancio e procedere a ruotarle di 90° in senso antiorario. E' facile capire che abbiamo eseguito l'operazione in maniera corretta poichè l'indicazione di ogni freccia punterà questa volta verso l'interno del dissipatore anzichè verso l'esterno. Consigliamo di procedere anche questa volta, come visto durante la fase di montaggio, ad X in diagonale in modo tale da non deformare nè il dissipatore nè il sistema di aggancio. 

come smontare dissipatore cpu intel 2

Una volta che siamo certi che tutti e quattro i perni di aggancio siano ruotati in senso antiorario, come la precedente figura, di 90° si può procedere a tirarli verso l'alto; anche in questo caso è assolutamente opportuno procedere in diagonale ed estrarli un uno per volta. Se dovessimo avere difficoltà nel sollevarli dobbiamo accertarci che siano stati ruotati in maniera corretta come descritto in precedenza. Non vi deve essere alcuna forzatura eccessiva o esagerata in quanto essendo principalmente in plastica può esser molto facile romperli.

come smontare dissipatore cpu intel 2

Se tutto è andato bene nella precedente fase il dissipatore, applicando una leggera forza, si dovrebbe rimuovere dalla scheda madre e sganciarsi dalla CPU. Può però succedere che per diverse cause che il dissipatore non voglia sganciarsi, pur essendo il sistema di ingaggio completamente sganciato; dobbiamo semplicemente capire che la pasta termica crea una sorta di vuoto tra la base del dissipatore e la superficie della CPU e specie dopo diveso tempo questa forza può essere non indifferente. 

Se abbiamo quindi difficoltà nel staccare il dissipatore possiamo procedere, prima di sollevarlo, ad una leggera ruotazione sia a destra sia a sinistra; questo permette di smuovere un po' la pasta termica sottostante e rendere il tutto più semplice da rimuovere. In alcuni casi, come infatti abbiamo accennato, il dissipatore si può letteralmente incollare alla CPU ma basta effettuare qualche semplice e piccola rotazione in entrambi i lati che la rimozione diventa davvero facile e sicura. 

amazon prime icon

Processore Intel Core i7-10700K Desktop 8 core fino a 5,1 GHz Sbloccato LGA1200 (chipset Intel serie 400) 125W

Acquistalo al Miglior Prezzo Amazon  

 

Smontare dissipatore AMD (Wraith Prism RGB LED)

Se disponiamo di una piattaforma AMD Ryzen la CPU che ci fornisce in dotazione può essere di due tipologie ossia Wraith Prism RGB LED oppure il modello Wraith Stealth. Il primo è costitutito in rame e dispone di una ventola RGB a LED, viene fornito ai modelli di Processori di fascia superiore come lo possono essere le CPU AMD Ryzen 7 3700X e Ryzen 7 3800X; il secondo più minimalista e di alluminio viene invece fornito in dotazione ai processori di fascia più bassa. 

come smontare dissipatore cpu amd fan cable

 

Prima di passare alla vera rimozione del dissipatore è opportuno staccare il cavo che collega la ventola del sistema di raffreddamento dalla sede della scheda madre in modo che non ci sia alcun impedimento. Vediamo di seguito come rimuovere il dissipatore AMD Wraith Prism RGB LED:

come smontare dissipatore cpu amd 

La prima cosa da fare, avendo il Wraith Prims RGB LED, è quella di ruotare la leva di bloccaggio nel senso opposto rispetto a quanto è nella posizione bloccata ovvero verso l'alto. Una volta fatto questa preliminare operazione, le clip di ritenzione che si agganciano di norma alle alette presenti sul socket della scheda madre si alletano. Prima di rimuovere il dissipatore dobbiamo assicurarci che le clip di ritenzione siano completamente sganciate dal socket. Una volta fatta questa semplicissima operazione possiamo passare alla seonda fase.

come smontare dissipatore cpu amd3

Una volta che le clip di ritenzione aggancio sono libere possiamo rimuovere facilmente il dissipatore. Può succedere che la pasta termica o si sia indurita oppure che il vuoto che si è creato tra base di dissipatore e superficie della CPU opponga un po' di resistenza, in questo caso prima di sollevare il dissipatore dalla sua sede è opportuno ruotare leggermente il dissipatore prima verso destra e successivamente verso sinista; questo movimento allenterà la "presa" e faciliterà la rimozione del dissipatore AMD.

Tirare molto delicatamente verso l'alto il dissipatore per rimuoverlo dalla propria sede; se abbiamo eseguito correttamente le altre fasi il dissipatore verrà via senza alcun problema e il processore rimarrà agganciato alla propria sede.

amazon prime icon

Processore AMD Ryzen 7 3800X

Acquistalo al Miglior Prezzo Amazon  

 

 

Smontare dissipatore AMD (Wraith Stealth)

Qualora avete acquistato un Processore AMD come lo può essere Ryzen 3 3200G oppure il Ryzen 5 3600 vi troverete installato un dissipatore più semplificato chiamato appunto Wraith Stelth. Questo inoltre è provvisto di un sistema di aggancio dotato di 4 viti a molla dove la loro rimozione è molto semplice. Anche in questo caso prima di procedere alla completa rimozione del dissipatore è opportuno staccare il cavo a 4 pin che collega la ventola del dissipatore dalla slot della scheda madre.

 

come smontare dissipatore cpu amd type2

Come accennato sopra la rimozione del AMD Wraith Stealth è un'operazione davvero semplice ed immediata con pochi e semplici passaggi. Prima di procedere bisogna dotarsi di un cacciavite a croce di dimensioni adeguate ed individuare le 4 viti che fissano il dissipatore ai due telaietti presenti sulla scheda madre.

Procediamo svitandole una alla volta ed in senso diagonale tra loro ruotando, dapprima di mezzo giro per allentarle tutte e successivamente di 1 o 2 giri ancora per rimuovere le viti dalla loro sede; raccomandiamo nel farlo di eseguire questa operazione ad X ossia in diagonale di una vite e successivamente l'altra del lato opposto. Allentate tutte le quattro viti, ruotiamo leggermente il dissipatore prima verso destra e poi verso sinistra. La fase successiva è quella di sollevarlo verso l'alto delicamente in modo tale che sia completamente rimosso dalla propria sede.

amazon prime icon

Processore AMD Ryzen 3 3200G, Processore PC, 3,6 GHz /4,0 GHz, 4 MB L3 Cache, Socket AM4, GPU Vega 8

Acquistalo al Miglior Prezzo Amazon  

 

Dissipatore non si stacca

Se avete letto con attenzione i nostri consigli il dissipatore si staccherà con facilità dalla propria sede e non rimarrà incollato alla CPU. Se nonostante tutto il dissipatore continua a non staccarsi dalla propria sede e di fatto è saldato alla CPU possiamo procedere nella seguente modalità:

  • Accendere il PC per qualche minuto affinchè la pasta termoconduttiva si scaldi quel tanto che basta a renderla più morbida e facilitare l'operazione di rimozione del dissipatore.
  • Prima di rimuovere procediamo ad effettuare una leggera rotazione del dissipatore prima verso un lato e poi verso l'altro.

Se abbiamo eseguito questo due semplici operazioni il dissipatore si staccherà senza alcun problema, anche quello più tenace.

 

Conclusioni smontare Dissipatore CPU

Questa guida nasce da un'esigenza ben precisa ossia guidare l'utente su come togliere il dissipatore dalla CPU in modo facile, immediato e sicuro. Tale operazione è veramente semplice è differisce leggermente a seconda che si disponga di una piattaforma Intel oppure di una piattaforma AMD. Sia le operazioni di montaggio, sia di smontaggio del dissipatore sono preferibili da eseguire con la scheda madre fuori dal case ma nello specifico nello smontare il dissipatore potrebbe essere sufficiente la rimozione della sola paratia laterale del cabinet. E' molto importante quando eseguiamo lavori di manutenzione all'interno del cabinet oppure di installazione che ci premuniamo di braccialetto antistatico. Lavorare in tutta sicurezza evita spiacevoli sorprese come lo potrebbe essere un danneggiamento di un componente importante elettronico.  

Le procedure di rimozione, come descritto all'interno di questa guida, sono immediate e sicure; di norma non vi è alcun rischio nell'effettuare tale operazione. I motivi che portano a tale scelta dipendono da vari fattori, infatti si può smontare il dissipatore della CPU per eseguire un'operazione di pulizia del dissipatore e ristesura della pasta termica ma spesso, dato che le prestazioni modeste dei dissipatori stock, si vuole sostituire con un dissipatore ad aria più efficiente o perfino con un dissipatore di tipo a liquido.

Avete dei dubbi su quale dissipatore comprare? Abbiamo due guide molto utili sul Miglior Dissipatore a Liquido AIO e sui Migliori Dissipatori ad Aria CPU che potrebbero fare al caso vostro. Invece se volete cambiare la pasta termica con una after market vi consigliamo di leggere la nostra eccellente guida su Migliori paste termiche per CPU e GPU

amazon prime icon

Processore AMD Ryzen 9 3900X , 12 Core /24 Thread, 3,8 / 4,6 GHz, 64 MB Cache Socket AM4

Acquistalo al Miglior Prezzo Amazon  

Voto 5.00 su 5
giudizio di 1 votanti

Ti è piaciuto questo Post?

Non perderti allora gli altri nostri favolosi contenuti! C'è tanto da imparare e da condividere insieme. Registrati su PcGaming.tech iscrivendoti alla Newsletter ed entrerai nella community dedicata al mondo dell'hardware e dei PC dai Gaming più Pro del Web!!!

GRATUITA, VELOCE, SICURA.

Ancora nessun commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Precedente

Successivo